senzatitolo di Gianluca Vassallo

Inserito da redazione il 28 aprile 2016 nella categoria MEA, museo
Nessun commento »

Mea_Invitosenzatitolo è un progetto situation specific di Gianluca Vassallo realizzato per il MEA. Il progetto si basa sull’utilizzo dell’immagine fotografica come vettore di relazione tra  due comunità distinte, una stanziale, oltre che politicamente e socialmente strutturata e l’altra del tutto temporanea, partecipanti entrambi alla complessità dei flussi migratori. Le comunità, attraverso attraverso la pratica artistica, sono state mosse nella direzione della costruzione inconsapevole di un’opera che, in ultima analisi, è fatta della restituzione estetica delle reazioni al processo. Con quest’opera l’artista consolida, stratificando, una delle sue principali aree di ricerca, la costruzione di incontri fortuiti che producano risposte di senso alla domanda centrale del nostro tempo: chi è l’altro?

Inaugurazione sabato 30 aprile 2016 alle ore 17 – MEA Museo dell’Emigrazione Asuni – via Samugheo n,1 -Asuni (Oristano)
Segrteria Organizzativa e Ufficio Stampa
Sandra Succu +39 339 843 8379 segreteria.mea@gmail.com


M E A Museo dell’Emigrazione Asuni

Inserito da redazione il 28 aprile 2016 nella categoria emigrazione, MEA, museo, progetto Asuni, Senza categoria
Nessun commento »

senza titolo_img_GianlucaVassallo300x200

senzatitolo – situation specific di Gianluca Vassallo per MEA

Da circa dodici anni, il Comune di Asuni, l’associazione Su Disterru onlus assieme alla Federazione dei circoli dei sardi nel mondo, costruiscono il percorso di realizzazione di un museo dell’emigrazione ed un centro di documentazione delle culture migranti ad Asuni, nel cuore dell’isola, un luogo che ben rappresenta la Sardegna svuotata dall’emigrazione dei sardi e che da tutti è accreditato per far suonare qui in Sardegna la voce dei conterranei lontani.

Il MEA fa il tentativo di esplorare le ragioni per la quale si emigra e le sue più profonde motivazioni esistenziali.

Il MEA non serve solo a catalogare un fenomeno, esporre dati, farne oggetto di saggi ma a rendere emozionalmente i percorsi delle nostre migrazioni storiche, analizzandone non solo le motivazioni collettive, ma anche quelle personali, a partire dai sogni e dai desideri. E’ un museo realizzato utilizzando la stessa pasta con la quale si creano la coscienza gli uomini: parla di lavoro, di problemi reali, di tragedie, di passioni, di speranze, di figli, di malattie, di matrimoni, di partenze, di ritorni di successi e di sconfitte non solo collettive ma anche individuali. Racconta di persone che hanno scelto, con fatica, o con dubbi, o con speranza, di crearsi una esistenza tutta nuova in un luogo lontano dal proprio di riferimento.

Inaugurazione sabato 30 aprile 2016 alle ore 17 – MEA Museo dell’Emigrazione Asuni – via Samugheo n,1 -Asuni (Oristano)
Segrteria Organizzativa e Ufficio Stampa
Sandra Succu +39 339 843 8379 segreteria.mea@gmail.com